Non potrei desiderare altro che questo

Ho ricevuto lo spirito santo nel 1996, abitavo a Napoli ed ero sposata con una figlia ed un’altra in arrivo. Ho sentito la parola tramite mio padre che già era stato battezzato e anche mio fratello Bruno Ogni domenica mio padre faceva una piccola riunione, e una domenica invitò una signora per fargli ricevere lo spirito santo; mi ricordo che quella domenica ero davvero esasperata per la vita matrimoniale che conducevo, mentre lui stava cercando di far ricevere lo spirito santo a questa donna.

Io ero li e curiosavo ma allo stesso tempo spaventata, e mi misi ad ascoltare quello che dicevano: loro non sapevano che io li stavo ascoltando, ed in quel preciso istante mi dissi “Dio se esisti dammi dimostrazione che mi ascolti sul serio.” Ed in quell’attimo parlai in altre lingue e mio padre e l’uomo che era con lui a pregare si accorsero della mia presenza e vennero a pregare insieme a me. Da allora la mia vita cambio completamente, apri gli occhi e cambiai la mia vita. Nei primi tempi in cui ricevetti lo spirito santo, anche il mio ex marito ubbidì alla bibbia ma le cose non miglioravano. Anzi andavano sempre col peggiorare, lui dopo un po’ di tempo ritorno alle vecchie abitudini del mondo mentre io sentivo di essere cambiata davvero, qualcosa in me era diverso. Stetti con lui ancora per circa un anno, ma arrivai agli estremi e dovetti cambiare tutto dovevo fare un cambiamento per me stessa e le mie due figlie.

Presi la decisione di partire lasciare tutto e andai a vivere da mio fratello Bruno che abitava a Firenze e lui accolse me e le mie figlie. Dio mi ha benedetto in tutto mi ha fatto trovare un buon lavoro mi ha fatto avere una vita migliore diversa da quella che ero destinata a fare se quel giorno non avrei ascoltato per caso quella piccola riunione. La sua parola per me è stata davvero fondamentale adesso ho un marito Pino, e con lui ho avuto due bellissimi bambini. La mia vita da allora ebbe un senso e adesso non potrei desiderare altro che questo. Ogni giorno lo ringrazio per questo.

Gepina